VMC

VMC significa rinnovare regolarmente l’aria interna con costi energetici ridotti, permettendo di eliminare condense ed inquinanti che si formano con continuità all’interno dell’abitazione.

Com’è composto un impianto di ventilazione

Benché le possibilità realizzative siano molteplici, dunque adattabili alle più svariate esigenze progettuali ed individuali, un impianto di ventilazione meccanica controllata è schematicamente composto da:

Ventilatore d’estrazione: deve regolare l’aspirazione dell’aria secondo le esigenze progettuali; funziona ininterrottamente e deve rispondere alle esigenze di silenziosità, ridotto consumo energetico, basso indice d’usura e minime necessità di manutenzione ordinaria.

Bocchette d’estrazione: estraggono a ciclo continuo l’aria dall’alloggio ed hanno una portata regolata in funzione del fabbisogno predeterminato. Vengono poste nelle cucine, bagni, lavanderie e in tutti quei locali che necessitano di estrazione.

Bocchette d’immissione: permettono l’ingresso della quantità d’aria calcolata in fase di progetto; vengono installate nei vani nobili quali stanze da letto, soggiorni, studi, etc.

Tubi ed accessori: collegano le bocchette alla macchina d’estrazione. La scelta è determinata tenendo conto della tipologia dell’impianto; pertanto possono presentare forma circolare o rettangolare; di tipo rigido o flessibile, con struttura in lamiera zincata, acciaio inox o in PVC, garantendo la massima flessibilità progettuale e realizzativa.

Chiedi informazioni o chiarimenti





I campi contrassegnati con (*) sono obbligatori. non è permesso l'utilizzo di codice HTML